latopica.da@gmail.com

Proudly created with wix.com

Le creme a base di paraffina destinate agli atopici

Ciao a tutti!

Avevo detto che avrei pubblicato un post domenica, ma un paio di imprevisti hanno fatto slittare il nostro appuntamento a oggi. Vi chiedo scusa. Da un lato è stato meglio così, perché ho avuto modo di approfondire la questione "paraffina".


Ho scoperto che la maggior parte dei prodotti destinati a chi soffre di dermatite atopica è a base di questo derivato del petrolio. Anche le creme più costose e rinomate sono costituite per lo più da acqua e paraffina. Tra queste possiamo citare Bionike Triderm, Ceramol 311, Avène XeraCalm, La Roche-Posay Lipikar Baume AP+. Molte tra le più usate e raccomandate, per non dire tutte.


Ma allora cosa fa la differenza tra queste creme costose e una banalissima Nivea Creme? E cosa comporta l'utilizzo prolungato di queste creme?


Per quanto riguarda la prima domanda, non ho trovato risposte. Anche se la Nivea Creme (ho scelto questa crema diffusissima per il confronto) ha in INCI a dir poco pessimo, le creme destinate a noi atopici lo hanno ugualmente pessimo o ancora peggiore. Penso che nei prossimi giorni contatterò qualcuno che possa illuminarmi sulla questione e spero di riferirvi al più presto interessanti risposte.


Per quanto riguarda la seconda domanda (cosa comporta l'utilizzo prolungato di paraffina), online si trova veramente di tutto: alcuni sostengono che sia cancerogena; altri che quella usata in cosmesi non la sia; altri che si dica che non la sia, ma in realtà la sia. Insomma, tutto e niente. Sta di fatto che stiamo parlando di un derivato del petrolio, occlusivo ed inquinante. La sua funzione è di creare una barriera oleosa sulla pelle: questa barriera a noi atopici viene molto comoda, perché impedisce all'acqua di abbandonarci. Ma sulle pelli normali risulta essere semplicemente comedogenica, senza alcun vantaggio. Anzi, con molti svantaggi, come brufoli e punti neri. La pelle trattata con questi prodotti appare molto idratata, grazie alla loro untuosità: in realtà è solamente ricoperta da un film che le da questa apparenza. Ciò non vuol dire che queste creme non idratino in assoluto: tutto dipende dagli altri ingredienti che le compongono. Se ci fossero anche oli vegetali, ecco che la pelle verrà comunque nutrita.


Esistono creme per la dermatite atopica senza petrolati? Si, esistono. Ne parlerò prossimamente.


Vi aggiorno sulla mia situazione. Sabato abbiamo festeggiato il matrimonio di Serena e Marco: ovviamente ho mangiato e bevuto senza preoccuparmi troppo delle conseguenze. Sia domenica che lunedì ho mangiato fuori casa, in compagnia, e non ho badato a mantenere la mia dieta. E i risultati si vedono. Già ieri pomeriggio la palpebra destra, senza che la strofinassi nemmeno, si è assottigliata e ha iniziato a spurgare . Stamattina occhi gonfissimi e irritazione tra labbro e naso. Inoltre, sento "bruciare" la pelle di tutto il corpo,come se mi fossi ustionata al sole. Oggi mi sono rimessa a dieta: riso in bianco e vellutata di zucchine trombette. Speriamo che serva. Stavo bene come non mai fino a sabato!


Per oggi finisco qui il mio diario. Continuerò le ricerche per dare una risposta alle domande che ho sollevato. Aspetto i vostri commenti! :)

Un abbraccio,


Emma


#dermatiteatopica #atopicdermatitis #atopicskin #eczema #paraffina #petrolatum #inci #pelleatopica #nivea #avene #larocheposay #bionike







3 visualizzazioni
This site was designed with the
.com
website builder. Create your website today.
Start Now