Effetti collaterali: occhi infiammati

Anche gli occhi possono risentire della dermatite atopica: gonfiano, spellano, secernono siero, bruciano...


Ultimamente ho avuto parecchi problemi agli occhi. Sono ormai mesi che mi sveglio con le palpebre talmente gonfie che a stento riesco ad aprirle. A volte sono pure incollate tra loro. Dopo poco che sono in piedi sgonfiano un pochino, ma a fine giornata il gonfiore non se n'è mai andato del tutto.


Poche settimane fa sono uscita in giardino durante una giornata assolata e all'improvviso non riuscivo più a tenere aperti gli occhi: bruciavano a tal punto che non potevo fare nulla, se non stare seduta e pensare a una soluzione. La vista era appannata. Ho provato a lavarli, ma niente da fare. Mi rendevo conto che più mi muovevo e più bruciavano, mentre il fastidio si attenuava se guardavo verso il basso e restavo immobile. Ho dovuto aspettare tre ore perché passasse.


La sera mi è successo di nuovo, apparentemente di punto in bianco, mentre ero a letto. Al terzo episodio ho contattato un'oculista. Fosse stato solo per il dolore, seppure intenso, non avrei disturbato un medico durante questo periodo di emergenza, ma ero seriamente preoccupata per la mia vista.


La dottoressa, sentiti i sintomi, mi ha fissato un appuntamento al più presto.

Cornea graffiata in entrambi gli occhi, ecco cosa ha trovato. Per quello il bruciore.


Le cause? Mi ha dato due possibilità, entrambi effetti collaterali della dermatite atopica, in modo diretto o indiretto:

  • secchezza dovuta alla disidratazione a cui sono soggetta (il sollievo che provavo guardando verso il basso lo collega a un maggior afflusso di liquido sull'occhio)

  • intervento di agenti esterni come creme e pomate

Inoltre, ha trovato un principio di infiammazione (blefarite). Mi ha prescritto un collirio per l'infiammazione per dieci giorni e uno idratante da usare per almeno due mesi, o meglio per sempre.


I primi giorni di cura non avevo gonfiore ed ero già su di giri all'idea di aver risolto, ma dopo una settimana è tornato e non mi lascia.

In compenso, devo dire che il collirio idratante funziona molto bene ed è confortevole.


Dopo dieci giorni l'oculista mi ha rivista e mi ha detto che la cornea era completamente guarita grazie alla continua idratazione. La blefarite, invece, per colpa della dermatite, secondo lei me la trascinerò dietro a lungo.


Gli occhi sono uno dei punti che più mi fanno dannare. Sembra che lì la soglia del dolore e della sopportazione sia più bassa; un fastidio agli occhi incide molto più sui nervi che un fastidio ai gomiti.

In questo momento, mentre scrivo, sono un po' gonfi, completamente spellati, le palpebre sono tagliate, ho anche due taglietti agli angoli esterni Spellano pure le occhiaie! La pelle tira, tira, tira! A guardare in alto faccio fatica.


Sono stufa. Quando parlo con un dermatologo, spesso mi sento una malata di serie B. Troppe volte mi sono sentita dire che non si può fare niente, spesso con un tono come se fosse sottinteso "ti lamenti per delle sciocchezze".


L'ultimo dermatologo che ho visto mi ha spiegato come avere la possibilità di curarmi col dupilumab (dopo che gliel'ho chiesto io...). Sto aspettando con ansia la visita del 6 luglio in ospedale. La sto proprio aspettando come se avessi otto anni e mi dovessero portare a Disneyland.


16 visualizzazioni

latopica.da@gmail.com

Proudly created with wix.com

This site was designed with the
.com
website builder. Create your website today.
Start Now