Sono Emma e sono Atopica.

E tu?

Se sei arrivato fin qui, probabilmente hai la dermatite atopica anche tu.

Be', mi spiace dirtelo, ma se è così mi fa piacere e adesso ti spiego perché. 

Mi chiamo Emma, ho 35 anni, di cui 33 vissuti con i problemi di pelle che probabilmente conosci anche tu.

Vivo in Liguria, dove sono nata, anche se per quasi dieci anni ho vissuto a Milano. Il mio lavoro è indubbiamente uno dei più belli e soddisfacenti che ci siano: sono una produttrice di vino. Questo, come molti altri fattori della vita quotidiana, spesso è  un problema per la mia pelle, specialmente quando si tratta di lavorare in vigna. Ma ne parleremo più avanti.

Da produttrice di vino, non potevo che scegliere come compagno di vita uno chef, Andrea: la mia forza. La nostra famiglia si completa con i nostri gioielli: Victoria, la piccola di casa, e Wagner, il nostro adorato Weimaraner. 

Oltre al vino, amo la birra, il cibo, la letteratura, i film in bianco e nero e le camminate.

 

Da quando ho due anni convivo con la dermatite atopica. Ci ho fatto l'abitudine? Si. E no.  Certi giorni non faccio nemmeno caso allo stato anomalo della mia pelle e vivo proprio come niente fosse. Altre volte, invece, non riesco a rassegnarmi al solito "Sei fatta così" che mille dermatologi mi hanno ripetuto.

 

Questo blog nasce dai giorni "no", dalla voglia di andare oltre il "non c'è niente da fare", condividendo con te la mia esperienza, sperando che possa esserti utile e che anche tu abbia qualcosa da condividere. 

Per questo mi fa piacere che tu sia atopico: perché ci siamo trovati. Adesso possiamo raccontarci chi siamo e come ci influenza la dermatite atopica. Perché ci influenza eccome. Non hai mai avuto una giornata in cui ti sentivi a disagio e avresti preferito non uscire? O una in cui il vento ti faceva bruciare il viso e non vedevi l'ora di tornare a casa? O una giornata in cui trattenere il prurito in pubblico diventava impossibile?

 

Non ho mai avuto nessuno con cui condividere tutti i disagi, i fastidi, gli inconvenienti che porta avere la dermatite atopica e, anche cercando in rete, non ho trovato comunità di persone unite da questo problema. Mi è sembrato strano e, con questo blog, cercherò di porvi rimedio.

 

Il blog non vuole essere a carattere medico-scientifico: vorrei trattare gli aspetti dell'avere la DA nella vita pratica, nella vita di tutti i giorni. Sono molte le problematiche su cui ci potremo confrontare. Per i pareri medici, cercherò di coinvolgere degli specialisti o di citare fonti autorevoli.

Non si parlerà di possibile cure. Anche se odio sentirmelo dire, a quanto pare, una cura non c'è. Sarà però sicuramente tema dei miei post raccontarvi le circostanze in cui la mia DA è migliorata o peggiorata. 

 

Ogni intervento da parte tua è assolutamente importante: più siamo, più ci confrontiamo, più avremo a disposizione informazioni utili per tutti, per stare meglio.
 

Ti invito a mettere "Mi piace" sulla mia pagina Facebook e a contattarmi per raccontare la tua esperienza e darmi suggerimenti su temi da affrontare, correzioni da eseguire, informazioni da dettagliare.

latopica.da@gmail.com

 

latopica.da@gmail.com

Proudly created with wix.com

This site was designed with the
.com
website builder. Create your website today.
Start Now